Depardieu mattatore al Premio Cinematografico delle Nazioni al Teatro Antico di Taormi

Una fresca, splendida serata d’estate accoglie il ritorno dopo trent’anni del Premio Cinematografico delle Nazioni, ideato e istituito da Gian Luigi Rondi, al quale ora è dedicato. La storica cavea del Teatro Antico di Taormina come location sempre unica, per un ritorno fortemente voluto da Agnus Dei e evenTao. La serata, condotta da Tiziana Rocca, aperta dalla Fanfara dei Bersaglieri con l’esecuzione dell’inno italiano ed europeo. Gerard Depardieu mattatore, che ha dialogato pure con la Giovane Orchestra Sicula. Tra i premiati Ferzan Ozpetek, Carole Bouquet, Giuseppe Zeno, il top sommelier Charlie Arturaola.
Nel venticinquesimo anniversario della morte di Falcone e Borsellino, e proprio in terra di Sicilia, parte dell’incasso devoluto al “Movimento delle Agende Rosse” di Salvatore Borsellino, fratello del giudice. La sua testimonianza ha emozionato il Teatro Antico, egli stesso poi ha consegnato il premio a Cesare Bocci, che ha interpretato il fratello nella docufiction “Paolo Borsellino. Adesso tocca a me”.
Il Premio Cinematografico delle Nazioni sarà attribuito annualmente a personalità del mondo del cinema e della cultura internazionali.