“Moda mia”, la storia vera di un sogno avverato: da pastore a fashion designer

Per un ragazzo sardo la vita è in salita. Il padre è un pastore rozzo e retrogrado, un padre-padrone d’altri tempi, la madre è una donna ferita e disillusa dalla vita che abbandona la famiglia. Costretto a crescere in fretta e ad assumersi responsabilità da adulti, come l’attività contadina e l’aver cura della sorellina minore, sempre vessato dal genitore. Riesce al contempo a frequentare un istituto tecnico artistico per perseguire il suo sogno, diventare stilista di moda. Da un premio per la realizzazione di abiti con materiale di riciclo una consapevolezza nuova, la spinta forse decisiva per perseguire il suo sogno.
“Moda mia” opera seconda di Marco Pollini, con protagonista Pino Ammendola.
Dal 23 marzo al cinema.

Giornalista Riccardo Farina Margherita Bordino
Operatore di ripresa Marco Cappellesso
Post-produzione Cristiano D’Alessio