“Nebbia in Agosto”, lo sterminio nazista attraverso il Progetto Eutanasia

C’è un aspetto della persecuzione nazista se non misconosciuto, quantomeno sottratto spesso all’attenzione generale per il ruolo attivo della classe medica nella realizzazione dei piani di sterminio. Gli omicidi nelle cliniche psichiatriche, sotto il nome di Progetto Eutanasia, delle persone affette da malattie genetiche, disabili fisici e mentali. Un autentico sterminio, seppur approssimativamente si stimano tra le 200 e le 300mila le persone soppresse nelle cliniche tedesche tra il 1939 e il 1944.
“Nebbia in Agosto” di Kai Wessel, basato sull’omonima opera di Robert Domes, racconta ottimamente la vicenda realmente accaduta al tredicenne Ernst Lossa.
Dal 19 Gennaio al cinema.
Giornalista – Riccardo Farina
Operatore di ripresa – Marco Cappellesso
Post produzione – Giulio Riservato