Patriottismo, famiglie francesi e bambini spia

Sembra che sia tornato l’inverno a giudicare dalle temperature degli ultimi giorni e questo potrebbe giovare ai film messi in campo questa settimana. Cha sia d’animazione, europea o di derivazione fumettistica è la commedia a dominare la scena seppur con qualche eccezione.
E’ infatti la storia vera dell’attacco alla maratona di Boston del 2013 – Boston Caccia all’Uomo, diretta da Peter Berg a rompere il trend del week end tutto dedicato alle famiglie. Berg sceglie nuovamente Mark Wahlberg dopo Deepwater Horizon nel ruolo di un poliziotto per un film dal titolo originale Patriots Day che celebra il patriottismo e l’unione del popolo americano di fronte a chi vuole distruggerlo. A rappresentare la commedia francese, c’è uno dei suoi massimi esponenti, Omar Sy, sinonimo di risate, lacrime e qualità. In Una famiglia all’improvviso, campione di incassi in Francia, da scapolo impenitente si ritroverà padre single di una bimba. Dopo 8 anni la madre tornerà a reclamarla e gli equilibri verranno nuovamente sconvolti. A contrastare la Francia, c’è l’animazione diretta da Tom McGrath, già regista di Megamind, con Baby Boss. In una famiglia con viziato figlio unico Timothy, arriva un bebè, solo all’apparenza un semplice fratello minore,ma che si scoprirà essere una spia in missione segreta della Baby Corp. Per i suoi molteplici sottotesti, dedicati più ad un pubblico adulto, è il film con più chance di scalare la classifica.

Giornalista Chiara Nicoletti
Operatore di ripresa Marco Cappellesso
Post produzione Marco Bartoccini