“Una donna fantastica”, ancora l’attento sguardo di Sebastián Lelio sul mondo femminile

Nel suo film precedente, “Gloria”, Sebastián Lelio esplorava l’amore femminile vissuto senza età, in “Una donna fantastica” l’amore della protagonista che prescinde dal genere sessuale. Da Orso d’Argento a Orso d’Argento, ancora molto in comune tra i due film, alla Berlinale il primo ha vinto quello per la migliore Attrice l’altro quello per la migliore Sceneggiatura.
Una intensa Daniela Vega, attrice e cantante lirica transgender essa stessa, interpreta Marina che ama e vive con grande forza d’animo nonostante pregiudizi e ostilità. Transgenere è pure il film: drammatico, romantico, documento del reale. “Una donna fantastica” rappresenterà il Cile ai prossimi Academy Awards.
Dal 19 ottobre al cinema.

Giornalista Riccardo Farina
Operatore di ripresa Marco Cappellesso
Post produzione Giulio Riservato